lunedì 31 agosto 2015

Fashion Icon: Elsa Schiaparelli



Buongiorno e buon inizio settimana, 

oggi molti rientrano dalle vscanze e ritornano alla realtà quotidiana. 

Oggi vi parlo di una grande donna che ha caratterizzato buona parte della moda del XX Secolo: ELSA SCHIAPARELLI.

Elsa Schiaparelli è stata una stilista e sarta italiana. Insieme a Coco Chanel, viene considerata una delle più influenti figure della moda all'inizio del XX secolo. È l'inventrice del rosa shocking. Collaborò con moltissimi artisti tra cui Salvador Dalì.
Elsa Schiaparelli nacque a Roma il 10 settembre 1890 ed era nipote del famoso astronomo Giovanni Schiaparelli.  La stilista sognava di diventare un'attrice, ma non poté farlo per via della sua provenienza aristocratica. Decise quindi di scrivere e far pubblicare all'età di 21 anni, poesie, le quali ebbero buona diffusione, anche fuori dai confini nazionali. Se la reazione del pubblico fu discreta, quella della famiglia Schiaparelli fu pessima.

 Nel 1913 si trasferì a Londra per occuparsi di bambini orfani e lì conobbe il conte William de Wendt de Kerlor, che sposò, all'inizio del 1914. Nel 1919 la coppia si trasferì a New York e nel 1920 nacque loro figlia, che fu chiamata Gogo. il matrimonio non funzionò e così lei rimase sola con una figlia.
Frequentò a lungo l'ambiente dadaista ed è in questo periodo che si avvicina alla moda, il colpo di fulmine per la moda pare  sia avvenuto dopo una sua visita, assieme a un'amica, all'atelier di Paul Poiret in Faubourg Saint-Honoré. Poiret, il grande sarto degli anni dieci del Novecento le  propose una nuova immagine di donna, libera dalle costrizioni del busto, le mostrò alcune delle sue creazioni. 




La prima creazione di Elsa nasce da un'intuizione: viene attirata da un abito fatto a maglia da una rifugiata armena. Tra le due donne comincia una collaborazione: la Schiaparelli ha le idee, l'altra le realizza. Inizialmente, l'atelier era il suo appartamento in rue de l'Université.

Nel 1934 stabilì la sua maison al numero 21 di place Vendôme, e da lì ogni anno lanciò le sue collezioni, tutte a tema e tutte fantasiose, ma con grande unità stilistica. Disegnava personalmente i modelli in album di schizzi minuziosi ed eleganti. Sia che le creazioni esclusive fossero abiti unici, sia che fossero rivolte a un pubblico più vasto, la Schiaparelli creava le sue opere con la stessa, identica concentrazione. È nel 1934 che lanciò i tre profumi Salut, Souci e Schiap,creati nel suo atelier di profumeria di Bois-Colombe.




Venne considerata come l'antagonista di Coco Chanel, viste le loro idee contrapposte. Il successo di Schiaparelli arrivò mentre la moda del secolo giungeva a una svolta: dall'abito piatto e senza forma della Garçonne, si tornò a una moda più femminile, con la vita al punto naturale, abiti sotto al polpaccio di giorno e lunghi da sera, tacchi alti.



Alcuni abiti creati dalla Schiaparelli grazie alle sue collaborazioni con alcuni artisti del tempo.

Buona giornata
Martina



SHARE:

Fashion Icon: Elsa Schiaparelli



Buongiorno e buon inizio settimana, 

oggi molti rientrano dalle vscanze e ritornano alla realtà quotidiana. 

Oggi vi parlo di una grande donna che ha caratterizzato buona parte della moda del XX Secolo: ELSA SCHIAPARELLI.

Elsa Schiaparelli è stata una stilista e sarta italiana. Insieme a Coco Chanel, viene considerata una delle più influenti figure della moda all'inizio del XX secolo. È l'inventrice del rosa shocking. Collaborò con moltissimi artisti tra cui Salvador Dalì.
Elsa Schiaparelli nacque a Roma il 10 settembre 1890 ed era nipote del famoso astronomo Giovanni Schiaparelli.  La stilista sognava di diventare un'attrice, ma non poté farlo per via della sua provenienza aristocratica. Decise quindi di scrivere e far pubblicare all'età di 21 anni, poesie, le quali ebbero buona diffusione, anche fuori dai confini nazionali. Se la reazione del pubblico fu discreta, quella della famiglia Schiaparelli fu pessima.

 Nel 1913 si trasferì a Londra per occuparsi di bambini orfani e lì conobbe il conte William de Wendt de Kerlor, che sposò, all'inizio del 1914. Nel 1919 la coppia si trasferì a New York e nel 1920 nacque loro figlia, che fu chiamata Gogo. il matrimonio non funzionò e così lei rimase sola con una figlia.
Frequentò a lungo l'ambiente dadaista ed è in questo periodo che si avvicina alla moda, il colpo di fulmine per la moda pare  sia avvenuto dopo una sua visita, assieme a un'amica, all'atelier di Paul Poiret in Faubourg Saint-Honoré. Poiret, il grande sarto degli anni dieci del Novecento le  propose una nuova immagine di donna, libera dalle costrizioni del busto, le mostrò alcune delle sue creazioni. 




La prima creazione di Elsa nasce da un'intuizione: viene attirata da un abito fatto a maglia da una rifugiata armena. Tra le due donne comincia una collaborazione: la Schiaparelli ha le idee, l'altra le realizza. Inizialmente, l'atelier era il suo appartamento in rue de l'Université.

Nel 1934 stabilì la sua maison al numero 21 di place Vendôme, e da lì ogni anno lanciò le sue collezioni, tutte a tema e tutte fantasiose, ma con grande unità stilistica. Disegnava personalmente i modelli in album di schizzi minuziosi ed eleganti. Sia che le creazioni esclusive fossero abiti unici, sia che fossero rivolte a un pubblico più vasto, la Schiaparelli creava le sue opere con la stessa, identica concentrazione. È nel 1934 che lanciò i tre profumi Salut, Souci e Schiap,creati nel suo atelier di profumeria di Bois-Colombe.




Venne considerata come l'antagonista di Coco Chanel, viste le loro idee contrapposte. Il successo di Schiaparelli arrivò mentre la moda del secolo giungeva a una svolta: dall'abito piatto e senza forma della Garçonne, si tornò a una moda più femminile, con la vita al punto naturale, abiti sotto al polpaccio di giorno e lunghi da sera, tacchi alti.



Alcuni abiti creati dalla Schiaparelli grazie alle sue collaborazioni con alcuni artisti del tempo.

Buona giornata
Martina



SHARE:

domenica 30 agosto 2015

Trend: gold tatoos

Buongiorno bellezze, 

i gioielli più desiderati qurest'estate sono stati i tatuaggi gold (in argento o platino), lanciati da star come Beyoncé

Sono facili da trovare e ci si può davvero sbizzarire, sono anche semplici da indossare visto che sono come i trasferilli ad acuwa utilizzati dai bambini. 

Chi si sarebbe aspettato un successo tale per questi trasferelli oro che a quanto pare hanno sostituito,  per lo meno in spiaggia, i gioielli femminili. 

Ecco a voi una gallery dei tatoos. 











Buona giornata 
Martina

SHARE:

Trend: gold tatoos

Buongiorno bellezze, 

i gioielli più desiderati qurest'estate sono stati i tatuaggi gold (in argento o platino), lanciati da star come Beyoncé

Sono facili da trovare e ci si può davvero sbizzarire, sono anche semplici da indossare visto che sono come i trasferilli ad acuwa utilizzati dai bambini. 

Chi si sarebbe aspettato un successo tale per questi trasferelli oro che a quanto pare hanno sostituito,  per lo meno in spiaggia, i gioielli femminili. 

Ecco a voi una gallery dei tatoos. 











Buona giornata 
Martina

SHARE:

mercoledì 26 agosto 2015

I miei account Instagram preferiti

Buonasera bellezze,

come già sapete Instagram è il mio social preferito, se ho tempo libero, se ho bisogno di qualche spunto o suggerimento, è il primo luogo in cui vado a vedere. 

Ormai sono iscritta as Instagram da 2 anni e ho degli account tra quelli che seguo che sono i miei preferiti, spesso sono di blogger, oppure di star o ancora sono brand o piccoli eshop, insomma c'è un ampia scelta:)

Vi lascio qui sotto i links dei miei preferiti!!

IT GIRL/BLOGGER 

Candela Novembre:  https://instagram.com/candelanovembre/


A gipsy in the kitchen: https://instagram.com/a_gipsy_in_the_kitchen/

Una blogger, cuoca, viaggiatrice. 


Anna Dello Russo: https://instagram.com/anna_dello_russo/



Non mi vengono in mente parole per descriverla, forse la più indicata è grandiosa!!

Carotilla/ Camilla Mendini: https://instagram.com/carotilla_/
Camilla Mendini è una mamma appena trasferitasi a NY che racconta la sua storia su IG e su YT

Chiara Ferragni: https://instagram.com/chiaraferragni/ 
Credo che la conosciate tutti, non ha bisogno di presentazioni:)

Sweet as a candy: https://instagram.com/sweetasacandy/
Mamma, moglie, blogger e con un meraviglioso shop online

Lulaida / Marta: https://instagram.com/lulaida/

Fashion snobber: https://instagram.com/fashionsnobber/
Una piacevole conoscenza, "una amica di blog" se così si può dire:)

Tra qualche giorno posterò un pot simile solo che dedicato ai brand e agli shop che seguo su IG.

Un bacione

Martina






SHARE:

I miei account Instagram preferiti

Buonasera bellezze,

come già sapete Instagram è il mio social preferito, se ho tempo libero, se ho bisogno di qualche spunto o suggerimento, è il primo luogo in cui vado a vedere. 

Ormai sono iscritta as Instagram da 2 anni e ho degli account tra quelli che seguo che sono i miei preferiti, spesso sono di blogger, oppure di star o ancora sono brand o piccoli eshop, insomma c'è un ampia scelta:)

Vi lascio qui sotto i links dei miei preferiti!!

IT GIRL/BLOGGER 

Candela Novembre:  https://instagram.com/candelanovembre/


A gipsy in the kitchen: https://instagram.com/a_gipsy_in_the_kitchen/

Una blogger, cuoca, viaggiatrice. 


Anna Dello Russo: https://instagram.com/anna_dello_russo/



Non mi vengono in mente parole per descriverla, forse la più indicata è grandiosa!!

Carotilla/ Camilla Mendini: https://instagram.com/carotilla_/
Camilla Mendini è una mamma appena trasferitasi a NY che racconta la sua storia su IG e su YT

Chiara Ferragni: https://instagram.com/chiaraferragni/ 
Credo che la conosciate tutti, non ha bisogno di presentazioni:)

Sweet as a candy: https://instagram.com/sweetasacandy/
Mamma, moglie, blogger e con un meraviglioso shop online

Lulaida / Marta: https://instagram.com/lulaida/

Fashion snobber: https://instagram.com/fashionsnobber/
Una piacevole conoscenza, "una amica di blog" se così si può dire:)

Tra qualche giorno posterò un pot simile solo che dedicato ai brand e agli shop che seguo su IG.

Un bacione

Martina






SHARE:

sabato 22 agosto 2015

Fashion Icon Mary Quant



Mary Quant nata a Blackheath  l' 11 febbraio1934, è una stilistainglese, conosciuta in tutto il mondo per essere l'inventrice della minigonna. Nasce in un sobborgo di Londra da due professori gallesi, della London University.   

Mary Quant studia al Goldsmiths College prima di diventare stilista. A sedici anni però, decide di andarsene di casa per vivere la "bohème" a Londra, Mary ha una predilezione per le gonne corte e gli stivaletti. 
Apre una boutique situata sulla Kings Road a Londra e  ha un successo immediato.









 I giovani della Francia sono i primi a sentire la necessità di cambiamenti . La frattura con il vecchio mondo è rappresentata dai capelli lunghi per i ragazzi, dalle gonne corte per le ragazze e dalla musica dei Beatles.




 E' da tutti considerata l'inventrice della minigonna che lancerà facendola indossare a una parrucchiera di 17 anni, Leslie Hornby detta Twiggy.









 Buona giornata

Martina
SHARE:

Fashion Icon Mary Quant



Mary Quant nata a Blackheath  l' 11 febbraio 1934, è una stilista inglese, conosciuta in tutto il mondo per essere l'inventrice della minigonna. Nasce in un sobborgo di Londra da due professori gallesi, della London University.   

Mary Quant studia al Goldsmiths College prima di diventare stilista. A sedici anni però, decide di andarsene di casa per vivere la "bohème" a Londra, Mary ha una predilezione per le gonne corte e gli stivaletti. 
Apre una boutique situata sulla Kings Road a Londra e  ha un successo immediato.









 I giovani della Francia sono i primi a sentire la necessità di cambiamenti . La frattura con il vecchio mondo è rappresentata dai capelli lunghi per i ragazzi, dalle gonne corte per le ragazze e dalla musica dei Beatles.




 E' da tutti considerata l'inventrice della minigonna che lancerà facendola indossare a una parrucchiera di 17 anni, Leslie Hornby detta Twiggy.









 Buona giornata

Martina
SHARE:
Blogger Template Created by pipdig